Home :: Gite :: Archivio :: Via ferrata strobel e punta fiames - m. 2240
Domenica 19 Luglio 2015
Dolomiti di Cortina – Gr. Pomagagnon - Loc. Fiames di Cortina
[VIA FERRATA STROBEL E PUNTA FIAMES - m. 2240 - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso la segreteria della sezione aperta il martedì e venerdì dalle ore 21.00 alle 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte:
martedì 14 e venerdì 17 luglio.

Vedi il regolamente gite sociali.

VIA FERRATA  A. M. STROBEL - PUNTA FIAMES - m. 2240

La "Strobel" è una via ferrata classica e molto frequentata che sale il versante ovest della Punta Fiames (m. 2240) per larghe cengie, superando tratti esposti ma attrezzati in maniera ottima.
La vista su cortina e la vallata del Boite è impareggiabile.

Accesso: da Cortina seguire la SS 51 in direzione di Dobbiaco per circa 4 chilometri fino a Loc. Fiames, dove si parcheggia presso l’Hotel Fiames.

Da qui si segue il sentiero ben marcato che parte di fronte all’albergo e porta attraverso il bosco ad una carrareccia (ex linea ferroviaria) sino ad incontrare il sentiero che sale fra i mughi su una cengia e gradoni di roccia fino all’inizio delle attrezzature.
All’inizio il cavo aiuta a superare un breve tratto abbastanza verticale, quindi si va verso sinistra per raggiungere e superare il tratto più impegnativo rappresentato da un camino.
Usciti dal camino si prosegue su cengia obliqua e poi gradoni di roccia fino ad un terrazzo detritico a quota m. 1850. Qui si segue un sentiero segnalato da ometti che sale a tornati verso sud fino a quota m. 1950 (splendido balcone panoramico su Cortina d’Ampezzo).
Raggiunto il versante sud si supera uno spigolo e un tratto verticale mediante una lunga scala e ancora con l’ausilio di staffe si giunge a quota m. 2020. Poi, per alcuni salti di roccia attrezzati e tracce di sentiero tra i mughi si raggiunge la base del pendio sommitale che si percorre in pochi minuti fino a giungere in vetta a Punta Fiames (m. 2240 - ore 2.00 circa)

Discesa: si segue un sentiero verso nord fino alla forcella Pomagagnon (m. 2178) dove inizia un canalone da scendere in ‘scivolata’, dopo circa 20’ si giunge ad un sentiero senza segnavia ma ben marcato che, verso nord-ovest ci riconduce al parcheggio.

Difficoltà: EEA-PD
Equipaggiamento: da montagna + casco, imbrago con pettorina e set da ferrata omologati
Dislivello: m. 950
Cartografia: mappe Tabacco fg. 023
Trasporto: mezzi propri

NOTE: ferrata di media difficoltà, prevalentemente in salita su cengie larghe, con passaggi esposti ma sempre ben protetti e sicuri, necessario buon allenamento.

Capigita: Stefano Brusadin – Virgilio Ciriani – Giuseppe Brusadin