Home :: Gite :: Archivio :: Rifugio scarpa
Domenica 17 Marzo 2019
Pale di San Martino
[RIFUGIO SCARPA - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[RIFUGIO SCARPA - 2]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì e venerdì che la precedono.

I Capigita si riservano la facoltà di apportare modifiche a quanto programmato qualora le condizioni meteo o lo stato del manto nevoso lo richiedessero.

Vedi il regolamento per le Gite Sociali

RIFUGIO SCARPA-GUREKIAN m. 1748

In collaborazione con la Sezione Cai di Codroipo

ESCURSIONE CON LE CIASPOLE

Il Rifugio Scarpa-Gurekian sorge su Colle di Lósch in posizione molto panoramica particolarmente aperta a sud- est con vasto colpo d’occhio. Fu realizzato nel 1912 quale Chalet di montagna del pittore veneziano Enrico Scarpa. Negli anno ’60 la costruzione venne acquisita dalla Sezione CAI di Agordo e, con opportuni lavori di ampliamento, adattata a rifugio. Nel 1984 fu cointitolato a Ohannes Gurekian.

Accesso: provenendo da Agordo, raggiungeremo l’abitato di Frassenè da dove parte il sentiero CAI 771 per Malga Lòsch. Parcheggiata l’auto a bordo strada negli spazi disponibili, si prende a salire sulla stessa sino ad incrociare la vecchia strada che risale nel bosco. Dopo pochi metri si incrocia la nuova strada forestale (cartello con indicazioni) che iniziamo a risalire. La strada con ampi tornanti consente di guadagnare quota, incrociando diverse volte la seggiovia, ora dismessa ed in disuso, che porta sino al Rifugio Scarpa. A quota 1400 m. circa si giunge al grande prato terminale della pista da sci per poi riprendere a salire sino all’arrivo della seggiovia e da lì in breve al Rifugio Scarpa.
Bellissimo il panorama da quassù, che va dalla Moiazza, al Piz di Mezzodì, sino al Sasso Largo.
Per il ritorno, percorreremo a ritroso lo stesso itinerario di salita.

Dislivello: 700 mt.
Abbigliamento: da escursione invernale
Equipaggiamento: con ciaspole, ghette, bastoncini
Tempo di salita: 2 ore e 30’ circa

Trasporto: mezzi propri

Capigita: Edi Bottosso – Emanuela Pavan