Home :: Gite :: Punta sommeiller - m. 3333
Da Sabato 28 Luglio a Domenica 29 Luglio 2018
Alpi Cozie - Val di Susa - Bardonecchia
[PUNTA SOMMEILLER - m. 3333 - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni chiudono il 18 maggio ovvero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Gita in collaborazione con la Sezione CAI di Spilimbergo

La punta Sommeiiller ricorda Germano Sommeiller, l'ingegnere che diresse e progettò il lavori per il traforo ferroviario del Frejus. E' una delle vette più ambite della Val di Susa, raggiunge i 3333 m. di quota ed è inserita in uno splendido contesto roccioso e glaciale, nonostante il ghiacciaio omonimo si sia di molto ridotto. La salita da Sud è relativamente semplice, in quanto i pendii non sono troppo ripidi. Pur essendo una delle più importanti cime della valle, la punta Sommeiller rimane nascosta e la sua mole non è visibile da nessun luogo del fondovalle.

Programma: sabato28/07: di primo mattino, partenza dalle rispettive sedi CAI, per arrivare ad Exilles nel primo pomeriggio. Poi visita al borgo e al Forte di Exilles, che è uno dei più importanti sistemi difensivi del Piemonte. Venne impiegato a fasi alterne sia dai Savoia che dai francesi. La sua posizione al centro di una strettoia dell'alta Valle di Susa infatti lo rendeva una minaccia sia per gli eserciti che scendevano dall'alta valle che per quelli che risalivano dal fondo valle.
Terminata la visita si raggiunge il Rifugio Levi Molinari (m. 1850), dove si cena e si pernotta.

Domenica 29/07: dal rifugio si inizia la salita alla punta Sommeiller seguendo il sentiero ben segnalato che dapprima attraversa un boschetto di larici e prosegue sulla sinistra con una serie di tornanti al margine di una bastionata rocciosa, al termine dei quali è visibile la “Croce del Finanziere” (chiamata così in ricordo di una Guardia alla Frontiera lì deceduta). Oltre la croce la pendenza si addolcisce e si attraversano magri pascoli e pietraie giungendo al Clot delle Selle. Qui si prosegue e destra, seguendo l'indicazione per il Lago delle Monache, entrando in in una specie di vallone, si supera una sella e si arriva al Lago (m. 2568). Si passa quindi sul colletto a sinistra della cima e poi si scende leggermente per attraversare il Vallone di Galambra e risalire l'opposto versante, passando sotto le rocce del Gros Beuri e ritornando verso il fondo del vallone, fino a raggiungere il bivacco Sigot (m. 2900), in bellissima posizione. A questo punto non è necessario puntare verso i passi dei Fourneaux ma, raggiungendo la dorsale Sud oppure i pendii alla sua destra, si arriva agevolmente alla vetta, ben identificata da un pilastrino in pietre recante un punto topografico.
Discesa: lungo l'itinerario di salita. Il rientro in Friuli è previsto per la tarda serata.

Accesso: dalla S.S. 24 dopo il Comune di Exilles in direzione Bardonecchia prendere il bivio a destra per Eclause – Grange della Valle. Dal bivio alle Grange della Valle sono 8 Km. di strada di montagna asfaltata. Dalle Grange della Valle al Rifugio sono 15 minuti di tranquilla passeggiata

Difficoltà: EE
Dislivello: 1483

Esposizione prevalente: Sud
Quota partenza: m. 1850
Quota vetta: m. 3333
Dislivello salita: m. 1483
Equipaggiamento: da alta montagna
Località partenza: Grange della Valle (Exilles, TO)
Punti d’appoggio: Rifugio Levi-Molinari (m. 1850)
Trasporto in pullman corto (posti limitati)

Prenotazione obbligatoria entro il 18 maggio o fino ad esaurimento dei posti disponibili

Acconto: € 50,00 da versare al momento dell'iscrizione.

Capigita: Renzo Schiabel - Roberto De Piccoli