Home :: Gite :: Monte svinjak - m. 1653 e sentiero della pace
Domenica 20 Maggio 2018
Alpi Giulie Orientali - Parco Nazionale del Triglav - Bovec
[MONTE SVINJAK - m. 1653 e SENTIERO DELLA PACE - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[MONTE SVINJAK - m. 1653 e SENTIERO DELLA PACE - 2]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Gita in corriera: le iscrizioni sono aperte da venerdì 4 maggio a martedi 15 maggio o fino ad esaurimento dei posti disponibili.

1° MONTE SVINJAK - m. 1653

2° “SENTIERO DELLA PACE” E FORTE KLUZE

Ancora prima di giungere all’abitato di Bovec e la sua bucolica piana, lo Svinjak appare diritto davanti a noi con la sua inconfondibile forma che ricorda il caratteristico copricapo in uso fra i montanari della Val Trenta.

La gita potrà essere divisa in due gruppi (A e B) con due diversi percorsi.

Gruppo A - Monte Svinjak: all’inizio della Val Soča si trovano i due contigui paesini di Kal e Koritnica, raggiuntili, nei pressi di un abbeveratoio inizia il sentiero che subito lascia capire che  i tratti pianeggianti o in moderata salita saranno davvero pochi. Comunque la via ben segnalata risale, talora con comode serpentine, l’erto pendio boscoso. Salendo di quota la vista inizia a spaziare a sinistra sulla Val Bavšica e la Val Koritnica a destra sulla Val Trenta con l’Isonzo e la Val Lepena. Superato uno spallone la vegetazione arborea si dirada ed inizia un tratto su crinale erboso dove bisogna prestare la massima attenzione in particolare in caso di bagnato. Si passo oltre un ultimo gradone dove il terreno si appiattisce ed in breve si perviene alla panoramicissima vetta. La vista spazia sulle vicine Alpi Giulie con in primo piano il Rombon, il Mangart, lo Jalovec, il Triglav, il Vrh Krnice, il Bricelik e il Bavški Grintavec.

La discesa avviene per la stessa via di salita fino a quota 700 m. circa, dove una traccia ci porta ad un manufatto bellico, parte di quel complesso fortificato che assieme alle caverne denominate “Gli occhi di Plezzo”, sbarravano la via al Passo del Predil e verso la Moistrocca-Vršič. Scendendo ancora si incontra un complesso sistema di trincee e casematte con una targa in lingua tedesca che indica l’anno di costruzione. Qui, seguendo la segnaletica, inizia anche la visita alle caverne, dopodiché si va a riprendere la mulattiera che ci riporta al punto di partenza.

Gruppo B - Sentiero della Pace: Il lunghissimo “Sentiero della Pace” è dedicato alla memoria delle numerose vittime della Prima guerra mondiale. Noi ne percorreremo un breve tratto a Bovec, con un giro ad anello lungo un percorso molto interessante dal punto di vista naturalistico e storico.
Poco oltre l’abitato di Bovec si va verso la collinetta del Ravelnik dove si potrà osservare alcune opere della Grande Guerra. Poi si oltrepassa il camping Vodenca e si attraversa il ponte sulla Koritnica fino a raggiungere il sentiero che porta sull’Isonzo. Superato un altro ponte si apprezzerà meglio la bellezza del fiume, poi si ritorna al primo ponte e si segue il sentiero per Kal-Koritnica, da qui si segue il sentiero n° 2 che attraversa la piana di Kolovrat e va verso l’abitato di Kuck. Si attraversa ancora un ponte sulla Koritnica e piegando a destra e costeggiando il fiume questa volta sull’altra sponda si raggiungerà il forte di Kluze. Dopo una sosta si prosegue verso la chiesetta di Sv. Lenart per tornare infine a Bovec

Monte Svinjak:
Difficoltà: EE
Dislivello: m. 1150
Tempo di percorrenza: salita ore 3.00; discesa ore 2.45; visita alle caverne del Veliko Čelo (m. 681) e Malo Čelo (m. 574): 1 ora circa
Equipaggiamento: da escursione in montagna (consigliata una pila frontale per la visita alle caverne).

Capigita: Ugo Danelon - Lucia Bonfada

Sentiero della Pace e Forte Kluze
Difficoltà:T
Dislivello: m. 100 circa
Tempi di percorrenza: ore 4.00 circa

Capigita: Diego Verardo - Loretta Gruber

Trasporto: corriera (prenotazioni entro il 15 maggio)