Home :: Gite :: Archivio :: Monte sief
Domenica 17 Gennaio 2016
Livinallongo – Gruppo del Col di Lana
[MONTE SIEF - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[MONTE SIEF - 2][MONTE SIEF - 3][MONTE SIEF - 4][MONTE SIEF - 5][MONTE SIEF - 6][MONTE SIEF - 7][MONTE SIEF - 8][MONTE SIEF - 9][MONTE SIEF - 10][MONTE SIEF - 11][MONTE SIEF - 12][MONTE SIEF - 13][MONTE SIEF - 14][MONTE SIEF - 15][MONTE SIEF - 16][MONTE SIEF - 17][MONTE SIEF - 18][MONTE SIEF - 19][MONTE SIEF - 20][MONTE SIEF - 21][MONTE SIEF - 22][MONTE SIEF - 23][MONTE SIEF - 24][MONTE SIEF - 25][MONTE SIEF - 26][MONTE SIEF - 27][MONTE SIEF - 28][MONTE SIEF - 29][MONTE SIEF - 30]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Iscrizioni : (gita in corriera) - entro venerdì 8 gennaio o fino ad esaurimento dei posti disponibili.

 

Gita in collaborazione con le sezioni di Sacile, Pordenone e Portogruaro.

ESCURSIONE CON LE CIASPOLE

Il Monte Sief (m. 2424) è una cima a ridosso del Col di Lana, molto frequentata per l’ampio panorama che si gode dalla cima. La salita dal versante di Arabba è facile e divertente.

Il percorso inizia sulla stradina che si inoltra nella valle in direzione del Setsass. Prima di raggiungere l’alveo di un torrente, si supera sulla destra un ripido balzo nel bosco per raggiungere, in prossimità di alcune baite, gli ampi pendii che salgono verso il Passo Sief (m. 2209) e poi si procede senza percorso obbligato fino al passo. Da qui si sale verso destra lungo la cresta fino alla vetta (m. 2424 – ore 2.30 circa). Si può evitare il ripido tratto finale che porta alla cima fermandosi poco prima. In caso di maltempo ci si fermerà al Passo Sief.

La discesa si effettua lungo il persorso di salita, salvo effettuare una piccola variante che scende a sinistra lungo i pendii aperti prima del passo, sempre in direzione del fondovalle e comunque a discrezione degli accompagnatori.

Accesso in auto: dalla SS48 che collega Arabba a Livinallongo si imbocca la salita fino al paesino di Corte. Si parcheggia in prossimità di una stradina che sale verso destra, proprio dove la strada asfaltata inizia a scendere alla frazione di Contrin a quota m. 1690.

Dislivello: m. 700
Difficoltà: EAI (facile ma un po’ lunga)
Durata : ore 5,00 circa
Equipaggiamento: invernale da montagna + bastoncini e ciaspole
Trasporto : corriera

Capigita: Edi Bottosso – Gianfranco Brusutti – Ezio Campagnolo