Home :: Gite :: Monte castelgomberto (m. 1771) monte fior (m. 1824) monte spil (m. 1806)
Domenica 24 Giugno 2018
Altopiano di Asiago - Melette di Foza
[MONTE CASTELGOMBERTO (m. 1771)  MONTE FIOR (m. 1824)  MONTE SPIL (m. 1806) - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[MONTE CASTELGOMBERTO (m. 1771)  MONTE FIOR (m. 1824)  MONTE SPIL (m. 1806) - 2][MONTE CASTELGOMBERTO (m. 1771)  MONTE FIOR (m. 1824)  MONTE SPIL (m. 1806) - 3]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì e venerdì che la precedono.

Il percorso attraversa ameni luoghi naturalistici che hanno dell'incredibile. Linee di gobbe erbose, pietraie residuo della disgregazione della roccia calcarea, lavoro portentoso delle glaciazioni e, non secondari, segni e lacerazioni lasciati dagli avvenimenti della Grande Guerra.

Evidenti i motivi storici e ben visibili le trincee, su queste balze infernali combatteva e moriva la 'mejo' gioventù europea. Testimone di quei tragici avvenimenti Emilio Lussu nel suo libro “Un anno sull'Altipiano”, drammatico resoconto di spaventosi avvenimenti in questi luoghi. Il Castelgomberto-Fior-Spil-Miela divenne un invalicabile baluardo che bloccò l'avanzata che mirava alle discese nel Canal di Brenta e di conseguenza verso Bassano per la Marcesina e Enego e per la val Frenzela e Valstagna. Il settore delle Melette era definito "la chiave degli altipiani".

Dal centro di Foza (m. 1085) e dal centro dell’abitato si va verso Nord su strada asfaltata per 500 mt. poi seguendo il sentiero CAI N° 860 si risale la Val Vecchia. Salendo verso la cima del Castelgomberto (m. 1771) si possono osservare moltissimi resti della Grande Guerra, cimiteri, trincee, caverne, camminamenti e cippi commemorativi. Dal Castelgomberto si scende verso la Selletta Stringa (m. 1731) e si risale verso il Monte Fior (m. 1824), anche qui il luogo è ricco di resti evidenti della Grande Guerra, e per larghissima cresta si raggiunge la cima del Monte Spil (m. 1808). Dalla  Casera Meletta (m. 1707) inizia la ripida discesa (sentiero CAI n°860)  che ci riporta a Foza.

Accesso: mediante la SS47 della Valsugana si giunge a Valstagna, si va ad attraversare il fiume Brenta e si imbocca la SP73 diretta a Foza.

Gita a carattere naturalistico e storico.

Difficoltà: Escursionitica
Dislivello: m. 800
Tempi indicativi di percorrenza: salita ore 3.00; discesa ore 2.00
Equipaggiamento: normale da escursionismo
Trasporto: mezzi propri

Note: lungo il percorso non si trova acqua, rifornirsi prima di partire.

Capigita: Francesca Portolan - Alessandro Del Frari