Home :: Gite :: Monte amarianutte - m. 1083
Domenica 08 Dicembre 2019
Alpi Carniche Tolmezzine
[MONTE AMARIANUTTE  -   m. 1083 - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì e venerdi che la precedono.

I Capigita si riservano la facoltà di apportare modifiche a quanto programmato qualora le condizioni meteo o di sicurezza lo richiedessero.

MONTE AMARIANUTTE m. 1083

Il Monte Amarianutte (m. 1083) si eleva ad ovest dell’Amariana ben separato da quest’ultima da una sella. I sentieri che lo risalgono sono stati ripristinati solo alcuni anni fa dal lavoro di alcuni giovani tolmezzini ed offrono una bella escursione ad anello; la vetta è un punto panoramico di tutto rispetto verso la bassa Carnia e la valle del Tagliamento e mostra l’imponenza maestosa della parete ovest dell’Amariana.

Si imbocca la pista con le segnalazioni e si risale il conoide inclinato fino ad arrivare al bivio principale dell'anello: a destra parte il Troi di Martin (che useremo per scendere), poco più avanti parte il Troi di Cjadin che seguiremo in salita poiché più ripido. Il sentiero sale ripidamente segnalato da bolli e ometti di pietra fino ad una selletta con la vista dell'Amariana, per poi proseguire per il ripido costone finale vicino al ripetitore e raggiungere la vetta in poco più di due ore dalla partenza.
Per la discesa seguiamo il Troi di Martin un po’ ripido, ma ben tracciato fino ad un belvedere con panchina per poi proseguire per ripide svolte fino al bivio della partenza ed il conoide che ci porta alla strada in circa un ora e 45 minuti dalla cima.

Accesso in auto: Da Amaro (UD) prendere la strada statale n.52 per Pissebus. Oltrepassata la galleria di Sasso Tagliato e l'incrocio con la vecchia ferrovia dopo un nucleo di case posteggiare sulla strada (poco posto) in corrispondenza di una pista bianca che parte sulla destra (mt.303 bollo rosso su un paracarro).

Dislivello in salita: m. 780
Difficoltà: E
Equipaggiamento: Normale da escursione
Trasporto: mezzi propri;

Capigita: Edi Bottosso - Lucia Bonfada