Home :: Gite :: Archivio :: Ferrate sartor al peralba e cai portogruaro al chiadenis
Da Sabato 30 Luglio a Domenica 31 Luglio 2016
Alpi Carniche - Monti Peralba e Chiadenis - Cima Sappada
[FERRATE SARTOR AL PERALBA e CAI PORTOGRUARO AL CHIADENIS - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[FERRATE SARTOR AL PERALBA e CAI PORTOGRUARO AL CHIADENIS - 2]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso la segreteria della sezione aperta il martedì e venerdì dalle ore 21.00 alle 22.00.

Iscrizioni: (gita con pernottamento in rifugio) entro martedì 26/07 o fino ad esaurimento dei posti disponibili in rifugio.

Gita in collaborazione con la sezione CAI di Parma

 

Attenzione! Su richiesta di alcuni abbiamo previsto anche un programma escursionistico senza ferrata, con questo programma:
 Sabato 30: escursione sul Monte Peralba (2694 m.) dal sentiero normale diff. EE dislivello 880, durata 3.30

 Domenica 31: escursione al Monte Avanza (2489 m.) dal sentiero normale diff. EE dislivello 650, durata 3.00
Iscrizioni: (gita con pernottamento in albergo a Sappada) entro martedì 26/07 o fino ad esaurimento dei posti disponibili in rifugio.

 

Consueto incontro con gli amici del CAI di Parma per salire insieme un paio di vie ferrate su queste due belle cime delle nostre Alpi Carniche, dove potremo godere di fantastici panorami a 360°

1° giorno: giunti alle sorgenti del Piave si sale al Rifugio Pier Fortunato Calvi (m. 2164), presso il quale pernotteremo. Qui “alleggeriremo” gli zaini e subito continueremo lungo il percorso che segue il segnavia CAI n° 132 fino a quota 2292 m. dove si svolta a sinistra per seguire la traccia che arriva alla base della via ferrata “Sartor”. Indossata l’attrezzatura saliremo alla vetta del Monte Peralba (m. 2694). La discesa si effettuerà lungo la via normale con segnavia CAI n° 131 e poi sentiero n° 132 fino al rifugio. (ore 2,30’ per la salita e ore 2.00 per la discesa).

2° giorno: dal rifugio saliamo lungo il sent. n° 132 fino al Passo Sesis (m. 2312), poi si svolta a destra sul sent. n° 173 e si costeggia la base della parete nord del Chiadenis fino all’attacco della ferrata “CAI Portogruaro”. Indossata l’attrezzatura si sale per buona roccia fino alla vetta a quota 2498 m.. La discesa si effettuerà lungo la via ferrata che scende per la cresta sud fino alla base dove troviamo ancora numerose rovine delle strutture militari della Grande Guerra ed in breve si giunge nuovamente al rifugio Calvi e poi alle auto.

Avvicinamento in auto: dalla SS355 in corrispondenza dell’abitato di Cima Sappada si svolta a destra in Via Borgata Cima e poi si segue la stradina che esce dalle case e sale ripida verso le sorgenti del Piave dove si parcheggia.

Primo giorno:
Dislivello: m. 880
Difficoltà: EEA 

Secondo giorno:
Dislivello: m. 350
Difficoltà: EEA 

Mezzi di trasporto: Auto prprie.

Capigita: Frediano Leonarduzzi - Fabrizio Russo