Home :: Gite :: Archivio :: Creta della chianevate m. 2769 e creta di collina m. 2689
Domenica 06 Ottobre 2019
Alpi Carniche Occidentali
[CRETA DELLA CHIANEVATE m. 2769 e CRETA DI COLLINA m. 2689  - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[CRETA DELLA CHIANEVATE m. 2769 e CRETA DI COLLINA m. 2689  - 2][CRETA DELLA CHIANEVATE m. 2769 e CRETA DI COLLINA m. 2689  - 3]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì e venerdi che la precedono.

I Capigita si riservano la facoltà di apportare modifiche a quanto programmato qualora le condizioni meteo o di sicurezza lo richiedessero.

Vedi il regolamento per le Gite Sociali

CRETA DELLA CHIANEVATE m. 2769 e CRETA DI COLLINA m. 2689 - ALPI CARNICHE OCCIDENTALI

 

L’escursione inizia al Passo di Monte Croce Carnico. Si percorrono nel primo tratto i facili e panoramici sentieri che ci portano verso la Creta di Collina, si segue la mulattiera con segnavia n.146 solo fino a quota 1567 per poi lasciarla a favore del sentiero n.147 che percorreremo fin sotto la Creta di Collinetta per poi raggiungere la Cresta Verde. Ci si innalza quindi per un sentiero erboso su una labile traccia e si raggiunge la base delle rocce a m.2200. Si sale direttamente per roccette erbose (I°) e si arriva ad un intaglio roccioso a m. 2230 quindi si prosegue per terreno impervio fino a sbucare sulla cresta Est. Si prosegue per terreno erboso fino alla spalla Nord-Est a m.2614 e quindi sulla cresta terminale fino alla vetta della Creta di Collina m. 2689. Dopo una breve sosta, ritorniamo sui nostri passi per pochi metri e iniziamo il tratto più impegnativo.

Si vede evidente la traccia aerea del sentiero da percorrere e aggirata una piccola cimetta, si prosegue con vari saliscendi sulla cresta sud. Superata l’antecima est con passaggi su roccia sul filo di cresta si raggiunge il canalino che porta alla cima principale a m.2769. Un ampio panorama si estende ai nostri piedi sul Friuli e sulle vallate Austriache. La discesa avviene ripercorrendo parzialmente il percorso di salita fino all’incrocio del sentiero n.171detto “Lo stivale” un tratto parzialmente attrezzato che ci riporta agevolmente ad intercettare il sentiero dell’Aquila sotto casera Monumens e quindi al Passo Monte Croce. Per chi effettua il percorso completo è molto impegnativo con difficoltà alpinistiche e un dislivello notevole, richiede un ottimo allenamento. C’è la possibilità di percorrere parzialmente l’escursione, evitando l’ultimo tratto del percorso impegnativo ed aereo e raggiungendo solamente la cima della Creta di Collina m. 2689, per poi rientrare direttamente per il sentiero n.171.

Difficoltà: EE fino alla Creta di Collina, EEA per tutto il resto del percorso.

Dislivello: m.1500 alla cima della Chianevate, 1400 alla cima della Creta di Collina.

Equipaggiamento: Da alta montagna con imbraco, cordini, casco e kit da ferrata omologato.


Cartografia Tabacco: n.09 Alpi Carniche, Carnia Centrale


Trasporti: mezzi propri


Capigita: Renato Miniutti, Dario Travanut, Giorgio Maddalena