Home :: Gite :: Col mat
Domenica 19 Maggio 2019
Gruppo Col Nodo - Cavallo - Alpago
[COL MAT - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì e venerdi che la precedono.

I Capigita si riservano la facoltà di apportare modifiche a quanto programmato qualora le condizioni meteo o di sicurezza lo richiedessero.

Vedi il regolamento per le gite sociali

COL MAT - M. 1981

Gruppo Col Nodo - Cavallo - Alpago

Il Col Mat (m. 1981) si eleva nella parte mediale della lunga cresta che divide l’Alpago dalla Val Galina. Esso è in una posizione tale da consentire un vastissimo panorama a 360° che spazia sull'arco dolomitico del trentino e veneto fino ai riflessi solari sul mare Adriatico e laguna veneta.

Lasciate le auto nei pressi del Rif. Dolomieu al Dolada (m. 1494), una tabella indirizza verso nord sul sentiero n° 905 (Alta Via n. 7). La pendenza, aumenta con progressione costante e dopo aver aggirato alcuni spuntoni rocciosi, con un ultimo ripido traverso si arriva sulla cresta presso forcella Dolada (m. 1739). Da qui panorama amplissimo con vista sulla sottostante Val Galina ed il lago omonimo e con l'orizzonte che si espande in tutte le direzioni, tranne che a nord-est, precluso dal massiccio del Col Nudo e Teverone. In primo piano da sinistra il Dolada, in fronte il Toc; in secondo piano, da sinistra: Serva, Schiara e Pelf, Castello di Moschesin con Tamer, Moiazza e Civetta, Pelmo, Antelao, Duranno e Cima dei Preti

Da qui, due opzioni o si continua sul versante nord sempre con segnavia 905, difficoltà E oppure si inizia il lungo tratto di cresta verso il Col Mat, difficoltà EE. Quest’ultimo inizia salendo su una prima altura (m. 1895), dalla quale si apre tutto il percorso nella sua estensione e con diversi saliscendi tocca quote successive, sempre sull'esposto filo di cresta, in ambiente stupendo. Un breve tratto attrezzato supera un'esile traccia rocciosa prima di risalire la ripida dorsale della quota successiva (m. 1932), oltre la quale si scende alla forcella Col Mat (m. 1901), dove si congiunge l’altro itinerario. Procedendo su terreno più agevole in cresta erbosa, si tocca la cima del Col Mat ( 1981 m); il ritorno si effettuerà per il sentiero Naturalistico Val Galina e Dolada più basso e agevole sotto la cresta a sud.

Accesso in auto: provenendo dal lago di S.Croce, si passa per Puos d’Alpago e Pieve d’Alpago. Da qui si seguono le indicazioni prima per Plois-Curago e poi per i “rifugi”. La strada è asfaltata fino al punto di partenza dove c’è anche un largo parcheggio. 

Dislivello in salita: m. 500
Difficoltà: EE, con possibilità di percorso E
Equipaggiamento: normale da escursione in montagna
Trasporto: mezzi propri
Capigita: Polesel Gianpiero - Rosalen Dora Lisa.