Home :: Gite :: Archivio :: Ciclovia del sile
Domenica 11 Giugno 2017
Cicloturistica che costeggia il Sile da Treviso a Jesolo per un totale di circa 60 Km.
[CICLOVIA DEL SILE - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

GITA IN CORRIERA

Per questa gita le iscrizioni sono aperte fino a venerdì 26 maggio o fino ad esaurimento dei posti.
Per altre info rivolgersi ai capigita.

La ciclovia del Sile è senza dubbio uno degli itinerari ciclabili più affascinanti che costeggia un fiume storico e che percorre un territorio poco urbanizzato. Percorrendo la ciclovia si possono ammirare paesaggi di pianura e di laguna dall’indubbio fascino: paludi, risorgive, oasi naturali.

ll fiume Sile costituisce un corridoio fluviale dove si condensano rilevanti testimonianze storiche e ambiti semi-naturali di pregio, una greenway adatta per i diversi tipi di escursionismo, da quello in bicicletta a quello nautico, con natanti di piccole dimensioni, lungo i meandri del fiume.

La ciclovia nello specifico ha inizio poco a valle del centro storico di Treviso, presso il Ponte della Gobba, e prosegue lungo la sponda sinistra verso Silea, sfruttando la via alzaia (o restera) che costeggia l’alveo fluviale, un tempo utilizzata per l’attracco delle imbarcazioni che risalivano il fiume cariche di merci.

La secolare navigazione fluviale e la sua definitiva decaduta nel corso degli anni ’70 del secolo scorso sono testimoniate dal particolare sito del Cimitero dei burci, dove si trovano, in stato di abbandono, le storiche imbarcazioni per il trasporto commerciale un tempo dirette da Treviso in Laguna Veneta e viceversa.

Scendendo lungo il fiume si incontrano splendidi esempi di ville venete, aree umide e caratteristici borghi fluviali come Casier, Cendon, Casale sul Sile e Musestre, dotati di comodi approdi. Superato l’abitato di Quarto d’Altino ci si inoltra nell’ambito della gronda lagunare, a poca distanza dal sito archeologico romano di Altino, fino a raggiungere il mare a Jesolo (da cui è possibile spingersi in breve tempo verso Venezia e le isole della Laguna Nord).

Il percorso, pianeggiante, non presenta alcuna difficoltà, si snoda per circa 60 km ed è percorribile con qualunque tipo di bicicletta in buone condizioni. Si raccomanda comunque di portare una camera d'aria di scorta per eventuali forature.
E' fortemente consigliato l'uso del casco.

Difficoltà: per ciclisti con un po’ di allenamento
Trasporto: corriera e furgone per le bici
Abbigliamento: k-way e casco da bici

Capigita: Giovanni Tasca - Gino Nadalin - Anna Maria Motzo - Renzo Stefanel