Home :: Gite :: Archivio :: CalÁ del sasso
Domenica 07 Maggio 2017
Altopiano di Asiago - Valstagna
[CALÁ DEL SASSO - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso i Capigita o la segreteria della sezione il martedì o venerdì dalle ore 21.00 alle ore 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte martedì 2 e venerdi 5 maggio.

I Capigita si riservano la facoltà di apportare modifiche a quanto programmato qualora le condizioni meteo o lo stato percorso non dovessero garantire adeguata sicurezza.

« È lunga come il purgatorio, scura come il temporale, la scala che ti porta lassù, sull'Altopiano di Asiago, si chiama Calà del Sasso ed è una delle opere più fantastiche delle Alpi» (Paolo Rumiz)

Nel 1300 gli scambi commerciali erano ancora difficoltosi: la pianura aveva fame di legname che lungo "la Brenta" fluitava fino a Bassano, a Padova e Venezia.
Per Valstagna il taglio e la discesa dei tronchi a valle ("menada") erano l'unica fonte di reddito.
Correva appunto l'anno 1398 quando, sotto la signoria di Gian Galeazzo Visconti, duca di Milano, fu resa percorribile la valle del Sasso, che costituiva la via più breve per scendere nel Canale dall'Altopiano di Asiago.
Ne risultò una lunghissima scalinata, scavata nella roccia, che superava i settecentocinquanta metri di dislivello della valle con 4444 gradini di pietra, fiancheggiati da una canaletta selciata concava per la quale venivano divallati i tronchi. Si tratta della scalinata più lunga d'Italia.

Lasciate le auto si imbocca la stradina sterrata che continua sul fondo dell'orrida valle e dopo circa un Km. sulla sinistra inizia la scalinata dei 4444 gradini (segnavia CAI n° 778) che in alcuni punti si incunea nell'orrido canyon largo appena qualche metro. Dopo la scorpacciata di pareti rocciose, gole e strapiombi, d'improvviso si sbuca in un idilliaco prato in mezzo ad una radura di abeti. Sulla destra a poche centinaia di metri vi è la borgata del Sasso (frazione di Asiago - m. 945).
Discesa per lo stesso itinerario o, in alternativa, da Sasso in breve si raggiunge la loc Mori e si rientra lungo il sentiero 778bis.

 

Accesso in auto: da A28, A27, uscita di Ponte nelle Alpi, Feltre, Statale della Valsugana in direzione Bassano del Grappa. Dopo alcuni chilometri uscita a DX per Valstagna. In centro paese si svolta a DX con indicazioni per Foza, Altipiano di Asiago.
Poco dopo vi è un tornante che porta ad entrare nello strettissimo canyon della Val Franzela. Al tornante successivo c'è un piccolo parcheggio dove lasciare l'auto (circa 2 Km  quota m. 221 slm).

Difficoltà: E
Dislivello: mt. 744
Equipaggiamento: da escursione in montagna.
Trasporto: Mezzi propri

Capigita: Dora Lisa Rosalen - Gianpiero Polesel.