Home :: Gite :: Archivio :: Anello delle cime postegae
Domenica 11 Settembre 2016
Prealpi Carniche - Dolomiti Friulane - Cimolais
[ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 1]
Clicca sull'immagine per vedere la photogallery
[ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 2][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 3][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 4][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 5][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 6][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 7][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 8][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 9][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 10][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 11][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 12][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 13][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 14][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 15][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 16][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 17][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 18][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 19][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 20][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 21][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 22][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 23][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 24][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 25][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 26][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 27][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 28][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 29][ANELLO DELLE CIME POSTEGAE - 30]

Per partecipare alle gite è necessario iscriversi presso la segreteria della sezione aperta il martedì e venerdì dalle ore 21.00 alle 22.00.

Per questa gita le iscrizioni sono aperte il martedì o venerdi che la precedono.

Le Cime Postegae (m. 2358) sorgono all’interno del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane e sono composte da tre quote principali e, assieme alle Torri Postegae e a Cima Cadin sono poste nel nodo centrale del gruppo del Pramaggiore, tra quest’ultimo e il Monte Ferrara, con cui il nodo stesso si chiude.

Questo itinerario percorre un ambiente meraviglioso, suggestivo e assolutamente incontaminato, e probabilmente è l’anello più bello e panoramico che si possa fare in questo settore dolomitico.

Il percorso inizia presso il parcheggio del Rifugio Pordenone (m. 1163) e segue la strada sterrata che porta in Pian Meluzzo. Dopo 30 min si imbocca il sentiero CAI 362 che entra in Val Postegae, fino a quota 1290 m. dove svolta a destra per salire lungo l’ex sentiero CAI 387, ben visibile e ancora ben segnato, che sale al Passo Pramaggiore (m. 2137 - ore 2,30). Da qui segue la cresta verso Ovest, senza segnavia, fino a raggiungere ripidamente ma senza difficoltà, Cima Cadin (m. 2313 - ore 3,00). Si cala ora nel catino sottostante, fino a raggiungere Forcella Postegae (m. 2163) e poi segue il filo di cresta, mai difficile ma privo di segnavia. Qui aggira alcuni gendarmi rocciosi e poi risale un pendio erboso per giungere sulle sottili ghiaie della quota più alta delle Cime Postegae (m. 2358 - ore 4,30). Slpendido panorama a 360 gradi! Segue ora il crinale sabbioso fino a pervenire pochi metri sotto l’insellatura che precede le misteriose Torri Postegae. Poi scende definitivamente sulla sinistra seguendo un altro costone sabbioso e con ampie svolte attraversa un versante tormentato e marcio (ometti e qualche vecchio bollo rosso - qualche gradino roccioso di I grado inferiore), fino a discendere una pala erbosa con macchie di mughi che in breve conduce ad una forcella. Qui un bollo su un masso indica di imboccare il canalone detritico sottostante che porta nel canalone della Forcella Sciol de Mont. Infine punta diritto a Nord, fino a imboccare il sentiero CAI 370 e da li al parcheggio (ore 8,00).

Avvicinamento in auto: seguendo la SR 251 della Valcellina si giunge a Cimolais dove si entra in paese e si imbocca la carrareccia che si inoltra in Val Cimoliana percorrendola fino al grande parcheggio nei pressi del Rif. Pordenone dove si lasciano le auto.

Dislivello in salita: m. 1400
Difficoltà: EE
Equipaggiamento: normale da montagna
Trasporto: mezzi propri

NOTA: l’escursione non è tecnicamente difficile, ma è adatta a EE poiché il persorso è lungo e per gran parte privo di segnavia.

Capigita: Jacopo Verardo - Francesco Polazzo - Matteo Basso